Ciao cari lettori,

sono Federica, sono in Veneto da quasi tre anni, ma vi assicuro che sono stati sufficienti per innamorarmi della vostra terra e cultura. Sono qui per raccontarvi (grazie all’immenso onore che ho avuto nell’assistervi più volte) del cortometraggio “SASSI, STORIE DI LAVORO  STORIE DI VENETI” nato dall’idea di Gianfranco Barco con la collaborazione di Ruggero Zigliotto (Presidente di YES PODEMO associazione culturale che lo cura) e posso solo dire EMOZIONE ALLO STATO PURO…. le mie lacrime lo possono confermare.

Sin dalla prima frase ” Io sono Piero. Un sasso del Veneto”, dove risalta una voce molto malinconica, si capisce che il cortometraggio punta dritto all’anima, alla sensibilità e al cuore delle persone (e dei suoi Veneti).

Personalmente, mentre lo visionavo, sono riuscita ad immedesimarmi nella magia della musica, dell’amore, delle bellissime immagini delle parole usate, dal sentimento e brividi nell’ascoltarle…un meraviglioso trasporto.

Io sono un amante della musica, la suono mi ha sempre accompagnato nella vita in qualsiasi mia attività; il pianoforte che accompagna il cortometraggio ha risaltato ancora di più le immagini e i paesaggi,  non solo anche la creatività e la tenacia dei Veneti nel risaltare l’importanza di far parte di questo popolo.

Fatevi coinvolgere come me dall’emozione, dalla gioia di assistere a questo splendido pezzo che insegna per chi non sa e rievoca per chi se lo fosse dimenticato gli antichi valori e culture, basati sulla famiglia e sul lavoro… io l’ho fatto e ne sono entusiasta.. e sarò portatrice di questo messaggio… siatelo anche voi…

Un caro saluto da un nuovo sasso Veneto,

Federica

unnamed